La UnipolSai vince e vola contro Padova

La UnipolSai Briantea84 Cantù piega Studio 3A Millennium Basket Padova 71 a 47 e manda un ulteriore segnale al campionato. Serata perfetta al PalaMeda, un ritorno in campo che ha regalato i due punti contro la diretta concorrente del Girone A. (Biancoblù con una partita in meno, da recuperare la sfida contro Reggio Calabria, ndr). Nel primo quarto è subito botta e risposta tra le due compagini, poi la UnipolSai ha organizzato l’allungo nonostante un Boughania che con 20 punti ha tenuto vive le speranze degli uomini di coach Castellucci. Il parziale di 9-0 del terzo quarto ha indirizzato definitivamente la gara in favore dei Campioni d’Italia in carica. Giulio Maria Papi miglior realizzatore della serata con 22 punti (doppia doppia con 11 rimbalzi).

LA CRONACA - Il vice allenatore Marco Tomba manda in campo Francesco Santorelli, Driss Saaid, Jacopo Geninazzi, Giulio Maria Papi e Filippo Carossino. Gara fin da subito vivace con Geninazzi e Papi che aprono le danze tra le fila della UnipolSai. Proprio Papi scalda la mano con la tripla che vale il 9-4 dopo 5’ di gioco. Santorelli e ancora Papi per allontanare Padova fin qui trascinata da un ottimo Boughania (8 punti, tutti suoi i sigilli a referto per i veneti). Il cronometro scorre e i biancoblù mantengono il +5 (13-8) macinato in 8’. Capitan Geninazzi per il 15-8, Santorelli perfetto dalla lunetta, il quarto è chiuso da Enrico Foffano che accorcia le distanze per Padova: il tabellone dice 17-10 per i Campioni d’Italia in carica.

Cambi in casa UnipolSai. Coach Tomba sceglie Simone De Maggi, Ian Sagar, e Sophie Carrigill al posto di Geninazzi, Saaid e Santorelli. Due minuti di grinta, poi ci pensa De Maggi a concretizzare. Fase della gara molto fisica. Buon momento per Carossino che pima fornisce un no look per Sagar che va a Referto e poi firma il +13 (23-10). Al giro di boa del secondo quarto Boughania interrompe il parziale (6-0) dei canturini. Scandolaro per il -9 (23-14), poi è botta e risposta tra il solito Boughania e De Maggi. Sagar fa bottino pieno (canestro + libero), Santorelli mette l’accento sull’allungo (33-18 a poco meno di 2’ dal termine). Padova manda a referto Bargo e Casagrande. Si va all’intervallo lungo con la UnipolSai avanti 36 a 20.  

Si riparte dal +16. UnipolSai in campo con Santorelli, Saaid, Geninazzi, Papi, Carossino. Padova subito a referto con Gamri. Sagar dentro per Carossino, problema alla carrozzina dopo pochi minuti di gioco. Mohamed Bargo da tripla, Padova ci crede e porta sul -11 (36-25). La UnipolSai riordina le idee e ritorna a punti con Sagar che poi lascia spazio e Carossino, carrozzina sistemata. Papi, Sagar, Saaid e Carossino valgono il 9-0 e il +20 (45-25) a poco meno di 2’ dal termine del quarto. Foffano e Papi per il 47-27 a 10’ dalla fine.

Ultimo quarto. Carrigill, De Maggi e Sagar per Saaid, Geninazzi e Santorelli. Carossino due su due dalla lunetta, poi Papi e De Maggi (per due). La UnipolSai risponde con forza ai tentativi di Bargo e compagni. Fuori Sagar e spazio a Buksa. I biancoblù spingono e al 4’50’’ dal termine il tabellone dice 58-33. Padova onora il finale. Boughania prima, poi l’ex Raourahi con un tiro splendido si gode l’applauso del PalaMeda. Seconda tripla di Papi, bomba anche per De Maggi. Il finale è tutto UnipolSai: 71-47 e primato in classifica.

Tempi (17-10, 36-20, 47-27, 71-47)

TABELLINI -
UnipolSai
(Papi 22, De Maggi 16, Sagar 11, Carossino 7, Santorelli 7, Geninazzi 6, Saaid 2, Carrigill, Buksa).
Padova (Boughania 20, Bargo 11, Raourahi 4, Foffano 4, Gamri 4, Scandolaro 2, Casagrande 2, Scantamburlo 0, Garavello 0).

I RISULTATI - Quinta giornata di Serie A Fipic, girone A: sabato 15 gennaio
UnipolSai Briantea84 Cantù-Studio 3A Padova Millennium Basket 71-47
Gsd Porto Torres-Farmacia Pellicanò Reggio Calabria Bic: rinviata a data da destinarsi
Pdm Treviso: riposo

LA CLASSIFICA - Girone A
UnipolSai Briantea84 Cantù 6*

Studio 3A Millennium Basket Padova 6
Pdm Treviso 4
Gsd Porto Torres 0*
Farmacia Pellicanò Reggio Bic 0**

*Una partita in meno
**Due partite in meno