Porto Torres ko, la UnipolSai resta al comando

Pochi brividi dal campo, uno spettacolo sugli spalti: è un Palasport di Seveso riempito a festa ad applaudire l’imperiosa vittoria della UnipolSai sul Gsd Porto Torres, ampiamente domato per 91-22 nella terza sfida stagionale tra brianzoli e sardi. A far da cornice alla decima vittoria di stagione dei biancoblù è stata una meravigliosa carica di “innamorati”, che, trainati dalla curva di Io Tifo Positivo, hanno avvolto la casa del wheelchair basketball in un trionfo di cori, tamburi e coreografie, prove generali per i Quarti di finale di Champions League in programma a Seveso dal 9 all’11 marzo.

Nessuno scossone nemmeno dagli altri campi della Serie A Fipic, con tutte le favorite capaci di mettere la firma sulla 4^ giornata di ritorno: Santo Stefano (vincente sulla Cimberio Varese per 76-35) si mantiene al passo della UnipolSai (20 punti), alle spalle restano appaiate Santa Lucia Roma e Deco Amicacci Giulianova (16 punti), entrambe protagoniste sul parquet di casa.

“Sapevamo che questa sarebbe stata una partita facile sulla carta – ha ammesso coach Marco Bergna -, ma nelle ultime settimane stiamo lavorando in maniera combinata su mentalità, atteggiamento e condizione fisica, spingendo molto per caricare in vista degli impegni che ci aspettano. In questo match abbiamo visto una squadra difendere fino all’ultimo minuto, è stata un’occasione per testare la nostra tenuta, indipendentemente dal risultato finale. Settimana prossima andremo in casa di Giulianova, avversario che di certo non possiamo sottovalutare. Il finale di stagione non è facile, culminando con la sfida al vertice contro Santo Stefano. Poi non dimentichiamoci che un pezzo della nostra testa è già orientato alla Champions League: ci aspetta davvero un mese e mezzo di grandissima intensità”.

Pronti, partenza, via: UnipolSai sul 13-0, poca verve, qualche errore al tiro ma in campo c’è tutto quello che serve per tenere Porto Torres alle dovute distanze fin dal primo istante di gioco. Il cronometro scorre senza nessun cambio di copione, la UnipolSai prende con prepotenza la via della fuga (17-0), i turritani assistono inermi senza trovare fortuna in attacco. Sblocca Raimondo Canu a 1’30 dalla prima sirena (17-2), dalla lunetta il libero di Morteza Garibloo chiude i giochi sul 17-3.

La coppia Carossino-Geninazzi piazza un parziale di 12-0 in apertura di quarto che fa volare i Campioni d’Italia sul 29-3, quando sul cronometro sono ancora 6 i minuti da giocare. La mano di Luca Puggioni firma il 29-5 ma la regia resta sempre tutta biancoblù: alla seconda sirena tabellone sul 46-8 per la UnipolSai. Ampie rotazioni per coach Marco Bergna, che distribuisce minuti tra i 10 a suo servizio.

Una sfida impari quella in scena al Palasport di Seveso: un incontenibile Giulio Papi (13 i punti messi a referto nel terzo quarto dalla casacca numero 4 della UnipolSai, top scorer di match con un ventello nelle mani) trascina i biancoblù sempre più lontano, 71-16 il tabellone quando mancano ancora 10’ da giocare. Ultimo quarto di pura amministrazione, condito con spettacolo e il tentativo di non deludere gli entusiasmi di un pubblico festante e molto gasato: alla quarta sirena è trionfo UnipolSai per 91-22.

 

4^ GIORNATA Ritorno – sabato 10 febbraio
Ssd Santa Lucia Roma - Special Bergamo Sport Montello 83-41
Santo Stefano Sport UBI Banca - Cimberio HS Varese 76-35
UnipolSai Briantea84 Cantù - Gsd Porto Torres 91-22
Deco Group Amicacci Giulianova - Pol. Nordest Castelvecchio 75-39

CLASSIFICA
UnipolSai Briantea84 Cantù 20
Santo Stefano Sport UBI Banca 20
Ssd Santa Lucia Roma 16
Deco Group Amicacci Giulianova 16
Cimberio HS Varese 6
Gsd Porto Torres 6
Special Bergamo Sport Montello 2
Pol. Nordest Castelvecchio 2