Quarta vittoria biancoblù, Porto Torres ancora ko

Continua a essere una corsa a tre quella della Serie A verso lo scudetto: UnipolSai, Santo Stefano Ubi Banca e Deco Group Giulianova non si perdono di vista e, anche nella quarta giornata della stagione regolare, le tre aspiranti al tricolore in trasferta non mancano il bersaglio. Per i canturini nessuna sorpresa a Porto Torres. Dopo aver misurato gli avversari in Supercoppa, gli uomini di coach Bergna hanno ripetuto il risultato positivo chiudendo il match sull’82-42, grazie anche a un Giulio Papi con la mano molto calda: 31 punti con l’87% di positività al tiro hanno reso il numero 4 biancoblù il top scorer dell’incontro e, di fatto, hanno concesso finalmente riposo al capitano Ian Sagar che sta penando per un fastidio al braccio destro da un paio di settimane.

“La partita è andata come da pronostico – ha commentato Marco Bergna -,  nonostante sia stata giocata a sprazzi bene ma ancora troppo altalenante. La cosa positiva è che, dopo qualche prestazione un po’ al di sotto della norma, abbiamo ritrovato un Giulio Papi con ottime percentuali al tiro, ci mancava da un po’. Avendo chiesto una crescente intensità difensiva per tutto il tempo, siamo riusciti a mantenere un buon gap tra noi a Porto Torres, gestendo i cali di tensione che ci sono stati. Questa è l’ultima partita della serie ‘facile’, da settimana prossima non possiamo più scherzare: arrivano le prime verifiche importanti perché avremo in casa Giulianova, nostra diretta rivale in questa corsa allo scudetto. Sono certo che i ragazzi siano pronti e abbiano capito che tipo di atteggiamento serve per non prendere sottogamba la situazione”.

Porto Torres non ha armi per poter fronteggiare la corazzata canturina: assente Simon Munn, che nel match di Supercoppa aveva provato ad arginare il quintetto biancoblù insieme a Morteza Garibloo, resta solo quest’ultimo sugli scudi: l’iraniano resta i campo praticamente per tutta la partita ma non è la sua serata fortunata, segna solo 13 punti e non riesce quasi mai a essere messo nelle condizioni di trovare soluzioni facili. La difesa della UnipolSai non lascia tregua e costringe spesso i sardi a sprecare i 24’’ senza andare a conclusione.

A fare la voce grossa tra le fila della UnipolSai è Giulio Maria Papi (un tre su tre dall’arco e 11 rimbalzi lo portano presto in doppia cifra), anche se la rotazione della panchina è completa e c’è posto per tutti. Filippo Carossino è su tutti i palloni in difesa e fa la sua parte con costanza dall’inizio della stagione (15 punti). Tranne un break di 4-0 subito alla fine del primo quarto (23-15), i Campioni d’Italia non lasciano a Porto Torres il modo di superare i 10 punti a parziale. Con costanza amministrano il vantaggio ma senza cali eccessivi di intensità. Prove generali per le sfide che contano: tra 8 giorni a Seveso arriva Giulianova e ci sarà il primo verdetto della stagione. Chi vince si assicura un vantaggio che potrebbe tornare utile in ottica Coppa Italia.

I RISULTATI DELLA 4^ GIORNATA

LA CLASSIFICA